Come fare le valigie per non dimenticare nulla

Open suitcase with clothes and personal things packed for travelling

Nei miei numerosi spostamenti tra Egitto e Italia, da un paio d’anni anche con pupa al seguito, credo di essere diventata una vera professionista nella preparazione dei bagagli e oggi condividerò con voi il mio metodo.

Quante volte ci capita di fare le valigie, pensare di aver preso tutto e poi, una volta arrivate a destinazione, scoprire di aver dimenticato qualcosa?

Per evitare che questa brutta esperienza si ripeta, ci ripromettiamo ogni volta di fare più attenzione ma puntualmente ecco che ci ricaschiamo. Come si fa una valigia perfetta, che contenga tutto ciò che ci serve e allo stesso tempo non sia troppo piena o eccessivamente pesante? La parola chiave è organizzazione.

Consiglio di cominciare con il bagaglio più importante, quello a mano, che dovrà contenere tutto ciò che servirà per il viaggio e i beni di valore. Ad esempio, se prevedo di prendere l’aereo, metto passaporto e biglietto in una cartelletta portadocumenti e controllo di avere con me una penna per compilare eventuali moduli per l’immigrazione se viaggio all’estero. A questo punto aggiungo soldi, fazzolettini, eReader, occhiali da sole, pettine, qualche trucco per darmi una sistemata prima dell’atterraggio. Per mia figlia preparo uno zainetto con l’occorrente per il cambio, qualche snack e dei giocattoli poco ingombranti.

Per la preparazione del resto del bagaglio, procedo in questo modo: prendo una giornata tipo e la percorro mentalmente dall’inizio alla fine. Per esempio, penso che mi alzo la mattina, metto le ciabatte e vado in bagno a lavarmi i denti (spazzolinodentifriciofilo interdentalecollutorio) e il viso (latte detergentetonicocrema idratante), poi mi preparo per andare al mare (costumepareo e/o copricostumecappelloborsa da spiaggiacreme protettive). Di questo passo, arrivo fino a sera, al momento di indossare il pigiama.

A seconda della durata del soggiorno e dello spazio in valigia, valuto se portare con me più varianti dello stesso capo o accessorio o limitarmi a un paio di alternative.

Infine, se il mio viaggio prevede visite culturali o escursioni avventurose, metto in valigia anche vestiti o calzature adatti a queste occasioni.

Può essere consigliabile preparare una lista scritta per la valigia perfetta, in modo tradizionale, con carta e penna, o in modo tecnologico, utilizzando un’app specifica, particolarmente utile nel caso in cui si voglia memorizzare l’elenco e riutilizzarlo per eventuali viaggi futuri.

Organizer per valigia

Da un annetto ho iniziato a usare degli organizer per valigia, molto utili per tenere tutto in ordine, soprattutto in caso di viaggi brevi o itineranti. Ne ho parlato sulla pagina Facebook nel post che trovate qui sotto.

Organizer per valigia

Annunci