Lavoro da casa e forma fisica

 

active-athletic-exercise-female-40974.jpeg

Una delle difficoltà principali che ho riscontrato lavorando da casa è quella di riuscire a scindere la vita professionale da quella personale e familiare.

Al contrario di quanto molti pensino, un’attività svolta da casa non è cosa da poco e richiede tempo e impegno per avere successo. Per questo motivo, se non si vuole rischiare di trascurare se stessi o la famiglia, servono autodisciplina, equilibrio e capacità di organizzazione.

Nei primi tempi in cui lavoravo come freelance, l’attività che il più delle volte facevo passare in secondo piano era quella fisica: avrei voluto fare movimento per almeno mezz’ora al giorno ma, per quanto consapevole che 30 minuti non fossero un tempo infinito, in molti casi non riuscivo davvero a trovarli. Così mi sono detta: perché non fare, invece di un’unica sessione di mezz’ora, piccoli allenamenti di circa 10 minuti ciascuno? Ebbene, è stata una svolta ed è per questo che sono qui a consigliarvi di fare lo stesso se non avete ancora trovato la strada giusta per voi.

Chi, come me, lavora per tutto il giorno al computer rischia di avere uno stile di vita troppo sedentario, con effetti negativi sull’aspetto, sulla salute e persino sull’umore. Quindi basta rimandare, il momento giusto per cominciare è ora!

Come organizzo i miei allenamenti

Per il momento ho previsto tre o quattro sessioni al giorno di circa dieci minuti ciascuna:

  1. La mattina appena sveglia svolgo degli esercizi a corpo libero, in particolare squat, crunch, flessioni, affondi, ticep dip, jumping jack.
  2. Dopo pranzo, mi armo di MP3 e mi faccio 10 minuti su e giù dalle scale.
  3. Il pomeriggio, altri dieci minuti di esercizi a corpo libero, ripetendo quelli della mattina o variando.
  4. La sera prima di dormire, se ne ho le forze, eseguo ancora qualche esercizio a corpo libero oppure, se sono troppo stanca, mi limito a un minuto di plank.
  5. In vari momenti della giornata, ad esempio nelle pause che sarebbe opportuno fare almeno per ogni ora di lavoro, faccio un po’ di stretching.

Allenamenti brevi distribuiti in più momenti della giornata sono più gestibili anche se si hanno bambini, che possono essere coinvolti e abituati sin da piccoli a fare esercizio.

In conclusione…

Un allenamento di questo tipo è una buona soluzione per evitare di essere troppo sedentari; in più, accanto all’uso di una sedia adeguata, la giusta attività fisica aiuta noi lavoratori da casa a evitare brutti mal di schiena.

Se vi serve l’ispirazione o una guida per i vostri esercizi, potete scaricare delle app specifiche o leggere alcuni utili post che ho salvato nella mia bacheca Lifestyle – Fitness su Pinterest.

 

 

 

Annunci